Industria 4.0

industria 4.0 cybersecurity

industria 4.0 cybersecurity

Industria 4.0

Industry 4.0 la quarta rivoluzione industriale; uomini e cose vengono interconnessi in qualsiasi parte del mondo si trovino, in uno status di Always-on, già ampiamente sperimentato nelle abitazioni civili con applicazioni di domotica a cui oggi si aggiunge l’informatizzazione delle industrie tradizionali come quella manifatturiera che ha come obiettivo la fabbrica intelligente, o Smart Factory.

Il termine Industria 4.0 (o in inglese Industry 4.0) indica una tendenza dell’automazione industriale che integra alcune nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti.

Quindi tecnologie abilitanti come Robot, Droni, Big data, Intelligenza Artificiale, Cloud, Banda larga e Ultralarga, e, in particolare per Industry 4.0, Internet of Things (IoT). Industry 4.0 sarà quindi l’industria in real time, processi e merci saranno aggiornati in tempo reale e, nel momento in cui un sensore di prossimità indicherà il passaggio di un prodotto finito all’interno di un processo di produzione, potremo leggerlo sul nostro tablet dall’altra parte del mondo. Tuttavia il “Alway-on” comporta dei rischi sulla sicurezza delle informazioni e dei processi di produzione. Il vantaggio di poter accedere, online, alla configurazione di una macchina di produzione ha come contropartita l’esposizione al rischio di poter subire un cyber-attack.

Si rende necessario, quindi, una cybersecurity all’altezza per industry 4.0. E considerata la situazione della sicurezza in Italia, risulta che, a differenza di altri Paesi, nel mondo dell’imprenditoria, con eccezione per le grandi banche e poche grandi società, non esiste la consapevolezza dell’importanza della cybersecurity (cyber-security awareness).

Piano nazionale Impresa 4.0

Il Piano nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) è l’occasione per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale.

Il Piano prevede misure concrete in base a tre principali linee guida:

  • operare in una logica di neutralità tecnologica
  • intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali
  • agire su fattori abilitanti

Sono state potenziate e indirizzate in una logica 4.0 tutte le misure che si sono rilevate efficaci e, per rispondere pienamente alle esigenze emergenti, ne sono state previste di nuove.

Le principali azioni